Il successo torinese dell’automobile vintage porta il nome di Automotoretrò – Nel week end di San Valentino, dal 12 al 14 febbraio 2016, si è tenuta la 34esima edizione di Automotoretrò, l’appuntamento annuale dedicato agli appassionati del motorismo storico. L’evento, ospitato dal polo fieristico di Lingotto Fiere e dall’Oval di Torino, ha riscosso un grande successo di pubblico come ogni anno: gli oltre 63.000 visitatori (5% in più rispetto all’edizione 2015) hanno accolto a braccia aperte le delegazioni di Automotoretrò ed Automotoracing. Automotoretrò_8166 

Preannunciata da diversi mesi, l’edizione 2016 si è dimostrata una delle più spettacolari di sempre; Beppe Gianoglio, organizzatore di Automotoretrò, commenta così a soli tre giorni dall’evento: “Già tre mesi fa l’80% degli spazi espositivi erano stati prenotati dagli espositori. Questo, oltre a farci enormemente piacere, ci sprona ad aumentare sempre di più i nostri sforzi, proponendo, così ogni anno, una manifestazione sempre nuova e coinvolgente. Insieme ad Automotoracing, che ci accompagna ormai da sette anni, vogliamo far vivere ai visitatori il motorismo a 360°, spaziando dalla presentazione dei prototipi della Collezione Bertone fino alla gara Master Città di Torino per gli amanti dell’alta velocità”.

Numerose le case automobilistiche ufficiali che hanno partecipato ed esposto gli esemplari più significativi della loro collezione andando cosi a soddisfare le richieste e la curiosità di visitatori, esperti ed appassionati: Abarth Classiche, Jaguar, Autobianchi, Land Rover, Mercedes First Hand, Lamborghini Miura e tanti altri. Il Salone dell’automobile vintage è stato anche teatro di anniversari ed illustri compleanni: dai 50 anni della Lamborghini Miura e della Alfa Romeo Duetto, alle celebrazioni per i 70 anni della Vespa e della Cisitalia D46, auto rivoluzionaria per l’epoca che si potrà ammirare per l’occasione, agli 80 anni della Topolino e i 110 anni della Lancia. Automotoretrò_8316

Tante le novità e piacevoli sorprese hanno accompagnato la tre giorni dell’automobile d’epoca: divertimento e passione non si sono fatti attendere! Gli appassionati delle due ruote hanno potuto gioire del numero accresciuto di motociclette esposte, circa il 50% in più rispetto alla scorsa edizione: Ducati, Aprilia, MV Agusta, Gilera, Moto Guzzi, BMW, Triumph (presente con il Registro Storico), Royal Enfield e Norton una vasta collezione che ha entusiasmato l’intero padiglione del Lingotto. Fiore all’occhiello della 34esima edizione di Automotoretrò è sicuramente stata l’esposizione, in anteprima assoluta, di una decina di prototipi appartenenti alla Collezione Bertone, che per la prima volta vengono esposti e resi visibili al grande pubblico dopo l’acquisizione da parte dell’ASI.

I colpi di scena si susseguono lungo la pista rally in occasione dell’Automoracing, l’evento dedicato all’auto sportiva ed alla ricerca della velocità. Gli atleti si sono dati battaglia sulla pista disegnata appositamente per il Salone (qualcuno dice “non molto lunga”, ma sicuramente molto divertente e tecnica) e alcuni visitatori hanno potuto sperimentare in prima persona l’emozione di salire a bordo in veste di copilota. Ma la sorpresa più inaspettata è stata quando sabato 13 febbraio Graziano Rossi, ex pilota motociclistico e papà del celebre Valentino, si è presentato in pista regalando attimi di divertimento ai fan a bordo pista. IMG_6869

Come da tradizione, Automotoretrò non è solamente automobili e motociclette: al fianco di commercianti, restauratori e dei numerosi club italiani che ogni anno espongono i propri gioielli, ogni edizione offre uno spazio sempre più ampio ai settori del ricambi, dell’abbigliamento vintage, dell’oggettistica e dei modellini di auto e trattori, capaci di attrarre grandi e piccoli.

Pagina Facebook ufficiale: https://www.facebook.com/automotoretro/?fref=ts
Pagina Web: http://www.automotoretro.it/

Commenti dalla Rete

Pin It on Pinterest