l 2015 e’ stato il migliore anno della storia per le energie rinnovabili. Questo quanto emerge dal ‘Renewables 2016 Global Status Report”. I dati sono stati raccolti dall’organizzazione Ren21, legata al Programma Ambientale delle Nazioni unite. Dal rapporto emerge anche che gli investimenti nelle energie rinnovabili hanno raggiunto livelli record nel 2015. Per la prima volta i Paesi in via di sviluppo hanno sorpassato quelli sviluppati negli investimenti. La Cina ha un ruolo fondamentale in questo sviluppo.

Il motivo secondo Ren21 è che “le energie rinnovabili ora sono competitive”.

Il 2015 ha toccato il record d’installazione di energia rinnovabile con l’aggiunta di una potenza pari a 147 gigawatt. Il maggior incremento della storia. La notizia è arrivata con il Renewables 2016 Global Status Report, di Ren21, l’organizzazione collegata all’Unep, il Programma ambiente delle Nazioni unite. Gli investimenti ammontano a 286 miliardi di dollari. Un primato sia dal punto di vista della capacità elettrica aggiunta, sia dal punto di vista della scommessa economica. Inoltre, lo scorso anno, per la prima volta, le economie emergenti hanno speso più di quelle sviluppate per garantirsi impianti green ed ecosostenibili.
L’aumento degli investimenti è dovuto in gran parte al fatto che “le energie rinnovabili ora sono competitive”, questo almeno secondo gli esperti del Ren21. La maggior parte dei Paesi del mondo, ben 146, hanno messo in moto, negli ultimi anni, politiche per appoggiare gli obiettivi di energia rinnovabili. Christine Lins, segretaria esecutiva di Ren21, ha sottolineato: “davvero straordinario di questi risultati è che sono stati raggiunti in un momento in cui i prezzi dei combustibili fossili sono a livelli storicamente bassi”. E con le sovvenzioni a petrolio e carbone – aggiunge Lins – ancora molte alte: “Per ogni dollaro speso per incrementare le rinnovabili, si sono spesi quasi quattro dollari per mantenere la nostra dipendenza dai combustibili fossili”.

La Cina ha avuto un grande peso in queste statistiche. Nel 2015, infatti, ha coperto più di un terzo degli investimenti globali per le rinnovabili. L’Europa, dall’altra parte, perde il suo vantaggio, e l’Italia subisce una pesante battuta di arresto. Nel Bel Paese nel corso del 2015 la produzione di elettricità da fonti rinnovabili è scesa dal 43 al 38% e le emissioni serra sono aumentate del 2%.

Il Renewables 2016 Global Status Report ha fatto emergere un altro dato importante. Si nota un’asimmetria nella corsa delle rinnovabili, che vede solare ed eolico in prima fila, e settori come geotermia o le biomasse sembrano lasciate in secondo piano. Emily Rochon, di Greenpeace, ha commentato questo fenomeno dicendo che “Il progresso c’è ma non basta a raggiungere gli obiettivi indicati dalla conferenza di Parigi per ottenere la sicurezza climatica. Il G7 ha detto che i sussidi ai combustibili fossili cesseranno entro il 2025: è troppo tardi. Smettiamo subito di pagare per essere inquinati”.

 

Le rinnovabili stanno contribuendo a ridurre il divario tra chi non ha la possibilità di avere accesso alla rete elettrica e chi ha l’energia sempre a disposizione. Infatti gli investimenti nelle rinnovabili dei Paesi in via di sviluppo hanno superato quelli dei Paesi industrializzati. Il Renewables Global Status Report ha calcolato come al momento nel mondo piu’ di 8 milioni di persone lavorino nel settore delle rinnovabili. Da notare che i 147 GW prodotti nel 2015, in tutto il mondo, con impianti per l’energia pulita e’ praticamente la produzione elettrica dell’intera Africa. I paesi piu’ attivi nel settore sono stati, in ordine, Cina, Stati Uniti, Giappone, Regno Unito e India. Ma, rispetto al Pil del singolo Paese, gli Stati che hanno incrementato in misura maggiore gli investimenti nelle rinnovabili sono Mauritania, Honduras, Uruguay e Giamaica.

 

Puntare alle rinnovabili si tratta di un vero e proprio investimento per un futuro più sostenibile. Le fonti fossili un giorno si esauriranno, invece il sole o il vento saranno sempre presenti in tutte l parti del mondo.

 

http://www.unep.org/

https://it.wikipedia.org/wiki/G7

http://www.ren21.net/about-ren21/about-us/secretariat/

http://www.greenpeace.org/

Emily Rochon

http://www.greenpeace.org/usa/bios/emily-rochon/

http://www.ren21.net/wp-content/uploads/2015/07/REN12-GSR2015_Onlinebook_low1.pdf

http://www.ren21.net/

http://www.greenme.it/informarsi/energie-rinnovabili/20454-rinnovabili-2015-record

http://www.repubblica.it/ambiente/2016/04/27/news/per_rispettare_l_accordo_sul_clima_bisogna_raddoppiare_le_rinnovabili-138514471/

http://www.repubblica.it/ambiente/2016/06/01/news/energia_rinnovabili_il_2015_e_stato_il_migliore_della_storia-141057379/

http://www.agi.it/economia/energia/2016/06/01/news/rinnovabili_produzione_record_nel_2015_miglior_anno_storia-822252/

 

Commenti dalla Rete

Pin It on Pinterest